Domande Frequenti Psicologo: la dott.ssa Parmiani risponde alle domande più frequenti che vengono rivolte allo Psicologo


1. Domande Frequenti Psicologo:
quanto dura la psicoterapia?

La durata è variabile ed è concordata sempre insieme. Non c’è una durata fissa, in quanto molto dipende dalle necessità della persona, valutate insieme allo psicologo, e agli obiettivi che ci si prefissa di raggiungere.

Talvolta sono sufficienti alcuni incontri per chiarire meglio la situazione, mettere a fuoco dei nodi problematici e trovare una strada per affrontarli. A volte serve più tempo, perché si sente il bisogno di approfondire e di essere ascoltati su questioni complesse, che richiedono una riflessione ed un’elaborazione più importanti.


2. Domande Frequenti Psicologo:
chi decide quando la terapia è finita?

Come tutte le decisioni riguardanti la psicoterapia, anche questa viene condivisa con il paziente. In qualunque momento, ovviamente, la persona è libera di concludere il percorso; poiché si stabilisce una relazione di collaborazione e di vicinanza con il terapeuta, di solito il momento in cui terminare si sente e si definisce insieme.


3. Domande Frequenti Psicologo:
che differenza c’è tra Psicologo, Psichiatra, Psicoanalista e Psicoterapeuta?

Lo Psicologo è laureato in Psicologia, abilitato all’esercizio della professione e può svolgere diverse attività tra cui la consulenza, la psicodiagnosi, il sostegno psicologico. Non può effettuare interventi terapeutici.

Lo Psichiatra è un medico, quindi laureato in Medicina e specializzato in psichiatria.

Lo Psicoterapeuta può essere un medico o uno psicologo, specializzato in psicoterapia, e abilitato quindi a svolgere le funzioni specifiche di terapia psicologica.

Lo Psicoanalista può essere un medico o uno psicologo, che opera seguendo l’orientamento della psicoanalisi.

Come scegliere tra queste figure?

Un professionista che è Psicoterapeuta può offrire tutti gli interventi dello Psicologo, più quelli specifici legati alla terapia. Lo Psicoterapeuta, con il consenso della persona, e solo nei casi in cui lo ritiene strettamente necessario, potrà valutare e proporre la consulenza con uno Psichiatra, per un eventuale supporto farmacologico.

Se si desidera in modo particolare svolgere una terapia psiconalitica, che quindi comporta un lavoro intenso e in profondità, spesso di lunga durata, si sceglierà uno psicoanalista.

La dottoressa Parmiani è Psicologa e Psicoterapeuta.


4. Domande Frequenti Psicologo:
che differenza c’è tra orientamento junghiano, cognitivista, sistemico… ?

L’”orientamento” è il tipo di indirizzo che uno Psicoterapeuta ha scelto nella sua specializzazione in psicoterapia. Esistono infatti scuole diverse che si ispirano ad orientamenti teorici differenti, anche se possono esistere molte aree di sovrapposizione.

Ogni orientamento definisce l’approccio utilizzato dallo psicoterapeuta: il modo in cui è pensato il disturbo, nonché strumenti e tecniche specifici. Tuttavia, ciò che più caratterizza e differenzia un terapeuta da un altro è lo stile personale, che include il modo di relazionarsi con l’altro. Lo stile personale prescinde dall’orientamento teorico: rappresenta il modo in cui ogni singolo psicoterapeuta fa proprio l’indirizzo teorico studiato.


5. Domande Frequenti Psicologo:
quanto costa una seduta?

Il costo della seduta è variabile; il tariffario dell’Ordine degli Psicologi propone solo un’indicazione.

La dottoressa Lisa Chiara Parmiani propone una tariffa calmierata ed è disponibile ad accordarsi con la persona nel caso di esigenze particolari, con la possibilità di ridurre o dilazionare i pagamenti.

Le spese per la psicoterapia sono detraibili dalle tasse, perché assimilate per legge alle spese sanitarie.

Ricorda che… il costo della seduta va comunque messo a confronto con il costo (emotivo, di energia, di tempo, di denaro, di… vita) che si sopporta da tempo a causa del proprio disagio o problema!


6. Domande Frequenti Psicologo:
lo Psicologo mi prescriverà dei farmaci?

No. Lo Psicologo, non essendo un medico, non è autorizzato alla prescrizione dei farmaci, che è compito del medico, e specificatamente dello Psichiatra. Può capitare tuttavia che lo Psicologo lavori in collaborazione con lo Psichiatra così da affrontare il malessere psicologico, qualora necessario, da più punti di vista.


7. Domande Frequenti Psicologo:
come si svolge una seduta?

La prima seduta somiglia ad un incontro tra due persone che non si conoscono. Serve quindi un certo tempo per imparare a conoscere l’altro: lo Psicologo, per poter comprendere ed aiutare la persona, porrà delle domande, inviterà a raccontare e descrivere aspetti e situazioni significative. Ogni seduta di solito poco meno di un’ora.

A conclusione del primo incontro, la dottoressa Parmiani propone sempre un primo feedback, una lettura del problema, e suggerisce uno o più modi per proseguire.

Nello studio della dottoressa Parmiani, nel caso di adulti e adolescenti, la persona si siede su una poltrona in una stanza accogliente; la Psicologa è seduta in un’altra poltrona, in modo da poter parlare e guardarsi agevolmente. Il lettino è riservato a chi svolge la terapia psicoanalitica. La dottoressa Parmiani non utilizza il lettino dello psicoanalista.

Con i bambini, l’approccio è molto differente, e prevede un uso più libero dello spazio della stanza.


Hai anche tu una domanda per la dott.ssa Parmiani?

Contattala attraverso questo modulo o telefonicamente al n. 349.0919983!

Presente su

Idea Psicologo
Ordine Psicologi della Lombardia

Contatti

Milano: Viale Coni Zugna, 7
+(39) 349.0919983
lisaparmiani@gmail.com
C.F. PRMLCH73M46F205L
P.IVA 04188870960

Segui la dott.ssa Parmiani

Facebooklinkedin